Avete presente Ally McBeal quando ha una melodia dolce nella testa ed improvvisamente questa si interrompe al suon della puntina che gratta sul disco? Ecco, stamattina la scena avrebbe potuto essere più o meno la stessa.
Sono stata al negozio Singer sfidando la bora per acquistare un secondo gomitolo del cotone lilla sfumato e mentre cercavo il bagno sull'etichetta per assicurarmi di acquistare proprio lo stesso, la proprietaria mi ha chiesto se potevo farle vedere la sciarpa che sto facendo. Bella, bellissima...ma i bordi poi li rifinisce a punto gambero? Scratch della puntina...ecco, lo sapevo, è successo ciò che temevo e su cui rimugino da ieri. Non c'è niente da fare, quello è un diagramma maledetto, o probabilmente sono io che continuo a sbagliare tipo di filato. Le fogliette laterali sono bellissime quando la sciarpa è stesa su un piano, ma indossandola si crea la solita malattia che accomuna la maggior parte di questi capi: si arrotolano i bordi.
Adesso non so che fare...o meglio, si, lo so. Lascio un attimo da parte quel che stavo facendo - sennò rischio di sfilare tutto! - e provo un altro modello, per vedere se la resa è migliore. In attesa di decisioni definitive.






Vi ricordate lo schema che mi aveva dato filo da torcere e che avevo provato qui? L'effetto non mi era piaciuto, ma avevo comunque conservato le istruzioni del modello in attesa di un filato più idoneo. Ieri mattina, passeggiando durante le mie commissioni quotidiane, ho sbirciato nella vetrina delle novità al negozio Singer scoperto recentemente ed ho visto dei gomitoloni di cotone sfumato bellissimo...ed eccola qui, la mia sciarpa per le serate estive, in sostituzione delle ormai diffusissime pashmine.


Vi ricordate del famoso copri spalle visto su Benissimo? Ieri l'ho finalmente terminato e adesso non resta che imbastirlo, cucirlo e rifinirlo...operazione che temo porterà via più tempo del previsto. Comunque l'effetto mi piace molto, anzi direi che la famosa lana bianca ha finalmente trovato pace e degna collocazione. A presto le immagini ...così mi direte se piace anche a voi!


Ieri ho provato ad usare i double pointed needles per fare le calze...un disastro, i ferri mi scappavano da tutte le parti, per me è impossibile lavorare senza infilarli sotto le ascelle!

Così sono andata a sbirciare su youtube...ho trovato moltissimi filmati interessanti, soprattutto questo. La posizione non è dissimile dalla mia, per cui probabilmente devo solo farci l'abitudine.






Il pacchetto è finalmente giunto a destinazione, per cui ora posso tranquillamente pubblicare le foto della sciarpa per Elena senza rischiare di rovinare la sorpresa. Dal tono del messaggio che ho ricevuto deduco che sia giunta molto gradita e ora attendo le immagini per vederla indossata dalla legittima proprietaria.
Nel frattempo continuo a lavorare al coprispalle bianco, sono giunta quasi alla sua fine. Mi lascia un pò perplessa il modello, per cui lo imbastirò semplicemente prima di indossarlo...se l'effetto non dovesse essere soddisfacente temo che la sindrome di Penelope colpirà ancora!





Come ho scritto anche nel mio post qui, dopo aver provato e riprovato il famoso punto - prima con i ferri più piccoli, poi con quelli grandi - alla fine ho deciso di mollare tutto e di pensare a qualcos'altro.
Per cercare ispirazione, e soprattutto per smetterla di martoriare il cervello, ieri ho comprato in edicola Benissimo ed ho trovato un paio di cose carine che mi piacerebbe provare a fare.
Riuscirà la famosa lana bianca a trovare un pò di pace? Staremo a vedere...


I progetti pubblicati in questo blog (ad eccezione di quanto diversamente specificato) sono stati tutti realizzati da me, spesso seguendo l'ispirazione del momento. I links dei pattern disponibili gratuitamente online sono sempre indicati in ogni post, perciò vi prego di non chiedermi via mail dove li ho trovati...siginifica che non avete letto affatto il mio post.

Tutte le fotografie sono scattate dalla sottoscritta; qualora chiunque decidesse di utilizzarle gradirei esserne informata, fermo restando che non ne è consentito l'uso per scopi commerciali (attenzione, ho l'avvocato in famiglia!). Altre immagini relative a modelli recensiti via web sono sempre accompagnate dai propri riferimenti.

Per qualsiasi chiarimento, informazione o preventivo dei modelli presenti nella sezione Shop potete scrivermi qui: knittingcakes@gmail.com. Nel caso di preventivi sono bene accette mail di risposta, usatemi lo stesso rispetto con cui siete state trattate.

Non eseguo traduzioni, tranne rarissimi casi.

Sono consentite anche mail per allegre chiaccherate senza motivi apparenti.





Non mi piace darmi per sconfitta, per me uno schema di punti ai ferri è come un cruciverba delle ultime pagine de La Settimana Enigmistica.
Così alla fine ho provato i motivi separatamente ed ho scoperto in cosa sbagliavo. Solo che, come spesso succede in questi casi, la vittoria conseguita non ha sortito l'effetto sperato. Ossia quella stola con la lana che avevo intenzione di usare io è proprio brutta. Ci vuole necessariamente il tipo di filato del modello originale, non c'è dubbio.
Accantonato il lavoro ho fatto un giretto alla Coin ed ho cominciato a curiosare fra i coprispalle che quest'anno vanno tantissimo di moda. Così mi è venuta l'idea...utilizzerò il punto della stola - che comunque mi piace tanto - e proverò a realizzare il modello più semplice che ho visto ieri. La cosa divertente è stata prendere le misure: non avendo un metro a portata di mano ho usato un braccio della mia dolce metà per fissarne le proporzioni. In serata ho cominciato l'esperimento, vedremo cosa sarò capace di combinare!
Nel frattempo è uscito il nuovo numero della rivista online Knitty per la primavera ed io sono finalmente entrata in possesso di The Ultimate Sourcebook of Knitting and Crochet Stitches...una meraviglia!!!




Alla mia soddisfazione di ieri per aver trovato in merceria delle interessantissime brochure su maglia e uncinetto, oltre a quella preziosissima sulla realizzazione delle calze con i quattro ferri - in italiano, non ci posso credere! - si è presto affiancata la frustrazione per non essere riuscita a risolvere il problema dello schema della stola. E' la terza volta che lo faccio, peraltro stavolta con l'ausilio di un cartoncino all'interno del quale far scorrere il foglio per essere sicura di non confondere righi e punti, ma non c'è niente da fare, o lo schema è sbagliato o sono io a interpretare male la procedura.
Vabbè...pazienza...al limite proverò a cercarne un altro che abbia lo stesso effetto. Buone sferruzzate!



Da quando sono rientrata a Trieste ho ripreso a sferruzzare col mio solito ritmo. Ho finito praticamente in due giorni la sciarpa per la mia amica Elena - niente foto, è una sorpresa!!! - e adesso vorrei cimentarmi in un bel punto traforato per una stola bianca vista sempre sull'impagabile The Inside Loop. Ieri poi ho finalmente acquistato i famigerati ferri per fare le calze...voglio proprio vedere se imparerò ad usarli da sola.

La proprietaria della merceria mi ha detto che ho le mani d'oro...in effetti se riuscissi a farle fruttare economicamente sarebbe una gran cosa...ma questo è un altro discorso...


Io mi nutro di cose semplici, come ad esempio la bellezza di una sciarpa morbida attorno al mio collo. Così ho voluto condividere la mia gioia e la mia gratitudine con chi, sulla rivista The Inside Loop, aveva messo a disposizione dei lettori modello e spiegazione.
Ecco il breve scambio di messaggi:
2009/3/4 Tzugumi
Dear Janine,
I've seen you wonderful scarf published on internet review "The Inside Loop" and soon I was in love with it!
Thank you so much for sharing with us that nice model.
In attachment me and you scarf. Hugs!
2009/3/4 Janine
Oh wow! it looks great - can I add the photo to the pattern page on Ravelry?Then people can see what it looks like in a different colour.
Thanks for sharing
Bello no?





Nel precedente post, erroneamente chiamato Ottagoni - in realtà si tratta di esagoni - ho pubblicato le foto relative ad una copertina che ho realizzato davvero tantissimo tempo fa. Purtroppo non ho uno schema di quelle piastrelle, è molto probabile che abbia fatto di testa mia come spesso mi capita quando ho a disposizione tipi di lana dallo spessore diverso, ma il senso dovrebbe essere più o meno quello del disegno che ho cercato di illustrare.
In questo blog comunque c'è un esempio molto ben dettagliato della classica coperta della nonna, realizzata con dei semplicissimo quadrati...potrebbe essere un 'idea carinissima anche quella.