martedì 8 aprile 2014

Storia di uno scialle.

martedì 8 aprile 2014

Ogni capo realizzato a mano racchiude in sé una storia ed ha sempre un valore particolare per chi lo ha materialmente lavorato, intrecciando  - oltre a dita e filato – pensieri, emozioni, scampoli quotidiani di vita vissuta.

04

Questo scialle è fatto a sei mani.

Ci sono quelle di Janka Colombo, brillante artista dei filati tinti a mano, che ha di fatto conferito questo colore meraviglioso alla mia lana shetland, armeggiando con il suo calderone e le vinacce del Barbera in una fine estate fatta di chiacchiere su twitter e di esperimenti – i miei – con cipolle e ciliegie.

01

Ci sono quelle di Annalisa Dione, valente designer italiana, che ha ideato ed elaborato questo bellissimo modello - graditissimo dono – e della quale potete ammirare una considerevole gallery qui.

02

E poi ci sono le mie, quelle di una mamma imperfetta che sferruzza finalmente durante la serata, mentre Simone è intento a vedere Ponyo sulla scogliera e tutto attorno è tranquillo.

Diamante non è uno scialle semplice, o meglio, è uno scialle che merita la dovuta attenzione, soprattutto nella parte iniziale in lace. Dopo scivola via velocemente e permette di modificarne le dimensioni a proprio piacimento, seguendo le peculiarità del filato adottato, come nel mio caso.

05

Il modello è molto versatile, può essere indossato indifferentemente per occasioni eleganti così come su un abbigliamento più sportivo.

Io lo adoro.

E mi è venuta voglia di farne un altro, magari giocando con altri colori.

mercoledì 2 aprile 2014

Country life

mercoledì 2 aprile 2014

Giornate splendide qui in Puglia, sole e temperature miti rallegrano le nostre giornate in campagna e Simone può finalmente partire indisturbato alla scoperta dei dintorni della casa dei nonni.

CAM01477

Per l’occasione ho rispolverato un vecchio modello, il Grow with me, che avevo realizzato quasi un anno fa con della morbidissima lana.

Questa versione primaverile, in cotone, è perfetta per giornate come queste in cui al sole si suda tanto ma all’ombra si rischia di prender freddo. Simone per fortuna sembra apprezzare il cappellino e lo indossa volentieri.

CAM01479

CAM01496

sabato 29 marzo 2014

Regali inaspettati

sabato 29 marzo 2014
Il mio instinto raramente fallisce nel giudicare situazioni o persone, ciò nonostante tendo sempre a sottovalutarlo e a non dargli credito.
Stessa sorte capita purtroppo alla scarsa stima che ho nelle mie capacità, ma devo dire che ultimamente l'applicare la filosofia del riccio mi ha fatto bene.
Chiudermi nella tana, dedicarmi a me stessa e a riflettere, mi ha aiutato a vivere con distacco le piccole contrarietà quotidiane (ad eccezione del rapporto odio-amore di Simone col cibo).



Mi é piaciuto coccolare me stessa, regalandomi una cosa frivola come l'ennesima lana per calze o realizzando una cover per il mio navigatore utilizzando avanzi di lana proveniente da altri progetti.



Attraverso questi piccoli gesti quotidiani sento che le idee nuove ed un antico entusiasmo stanno tornando alla luce, anche se con imprese folli come imparare a filare o realizzare un socks stretcher.



Che gli altri si affannino pure.
Io mi godo il profumo delle fresie di campagna - dono della mamma - in attesa di gustare il thé - dono del marito.
Buon weekend!

posted from Bloggeroid

mercoledì 26 marzo 2014

I miei nuovi fingerless

mercoledì 26 marzo 2014

Avrei preferito che il clima non mi avesse concesso il privilegio di indossare i miei nuovi guantini,ma - com’è noto fin dai tempi più remoti - Marzo non è decisamente un mese affidabile.

01

Ad ogni modo sono contenta di mostrarvi il risultato del pattern al quale lavoravo da un po’ di tempo: loro sono i Sottosopra, dei coloratissimi guantini lavorati con tutti i gomitoli di risulta sparsi per tutta la casa e in attesa di un degno impiego.

Sottosopra perché sono anarchici, come la sottoscritta. Ho scelto di non rispettare la successione dei colori, bensì di invertirla, per renderli ancora più divertenti.

Per l’occasione ho potuto finalmente esercitarmi con i microcircolari. Il cambio di filato richiede attenzione e calma nella lavorazione, inoltre il cavo della giusta dimensione mi ha permesso di tendere i fili in maniera corretta, cosa che non ero riuscita a fare con la tecnica del magicloop.

Per il prossimo inverno mi divertirò a testarli usando, possibilmente, alcune delle combinazioni cromatiche che man mano conservo qui.

Che dite, mi fate compagnia?

03

mercoledì 19 marzo 2014

Spring is in the air

mercoledì 19 marzo 2014

 

DSCN5935

E’ il ciclo degli eventi, così come quello delle stagioni.

A periodi di sconforto, in cui tutto sembra insormontabile ed inesorabile, si susseguono giornate in cui la Primavera ti abbraccia col tepore del suo sole e ti accieca con la bellezza dei suoi colori.

Lasciarsi trasportare da tutto questo sta a noi e a nessun altro.

E’ dall’inizio della settimana che passeggio per il prato giocando con Simone e cogliendo fiori. Ieri sera, quando l’ultima maglia della punta è stata chiusa, ho pensato che una foto dei miei Zora avrei proprio voluto scattarla così.

AddThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...